Il programma Walkers for the Elderly è uno dei protocolli più popolari e meglio finanziati disponibili negli Stati Uniti in tema di deambulazione e riferito alla necessità di indagine e di approfondimento analitico dei problemi di mobilità che si riferiscono agli anziani. Il programma, una divisione dell’Università di Cincinnati, è stato fondato nel 1974 ed è sponsorizzato dal Dipartimento della Salute e dei Servizi Umani degli Stati Uniti. Si tratta di uno dei più grandi studi della storia che coinvolge milioni di anziani. Lo studio Walkers for the Elderly sta conducendo studi per determinare gli effetti delle vitamine sugli adulti anziani e sulle loro famiglie.

Questo studio è molto importante perché ci aiuterà a decidere quale tipo di decisioni vanno prese nell’ambito della cura della mobilità delle persone in difficoltà, ma non solo, affonda ad esempio anche le sue radici sui temi della alimentazione corretta. Questa potrebbe avere un impatto sulla nostra dieta quotidiana e potrebbe causare problemi, e per questo è indicato l’uso a lungo termine di vitamine. Se continuiamo a mangiare cibi malsani, molti di noi avranno malattie cardiache, pressione alta e altri problemi medici. Inoltre, non sapremo mai quante di queste tossine dannose stanno entrando nel nostro corpo. Sono alcuni degli spunti del programma.

Lo studio Walkers for the Elderly è iniziato quando il Dr. William Heinemann ha notato che alcuni dei suoi pazienti avevano bassi livelli di vitamina D nel loro sistema. Questo lo ha portato a ricercare la causa. Ha scoperto che c’è una sostanza chimica chiamata omocisteina che si accumula nel corpo. L’omocisteina è una delle sostanze chimiche che contribuisce ad aumentare i livelli di colesterolo LDL nel corpo, che porta ad attacchi di cuore e ictus. Dopo questa scoperta, Heinemann voleva assicurarsi che i suoi pazienti ricevessero la giusta quantità di vitamina D. Voleva che la ricerca fosse il più imparziale possibile, così è andato alla ricerca di volontari che non avevano alcuna storia di malattie cardiache, pressione alta e cancro. Ha scelto anziani che non fumavano, bevevano solo acqua e non fumavano. Questo era per garantire che lo studio fosse ben controllato e non influenzato in alcun modo da influenze esterne.

Se vuoi leggere di più su quanto scritto, visita il sito https://sceltadeambulatore.it/